"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti
Appparizioni della Signora alla veggente dal 1945 al 1959
 
Le visioni dal 1945 al 1959

Tredicesima visione - 7 dicembre 1947


Vedo la Signora e sento: "Roma minacciata". Poi mi appare davanti un grande "4" con attorno un cerchio. L’immagine sparisce e viene davanti a me una croce con quattro bracci eguali. Anche attorno a questa appare un cerchio e nel mezzo della croce leggo: I.H.S [1]. La sollevo e la mostro intorno a me. Poi improvvisamente vedo intorno a noi folle di uomini che la guardano, ma molti di essi con ripugnanza.
 
Poi vedo venire sopra l'Europa nuvole grosse e compatte, là sotto passano grandi onde che vengono a sommergere l'Europa. Poi vedo la Signora che si trova in una luce chiara e viva. È vestita di bianco. Tiene le braccia tese e dalle sue mani esce un denso fascio di raggi. Devo stendere la mano e allora è come se quel fascio di raggi venisse nella mia mano. Sento prurito e bruciore. Poi la Signora mi sorride, indica la mano e fa segno di sì. Non so che significa.
 
Poi il viso della Signora diviene molto triste e afflitto e indica quelle grosse nuvole e onde. Dice: "Dovranno dapprima perire per effetto di quelle inondazioni e allora soltanto ...", e poi vedo per cosi dire quelle parole scritte, e dopo "allora soltanto" appare la parola "tutti ...".
 
Poi il viso della Signora si rischiara e vedo l'acqua che si solleva come in vapore ed è come se il sole l'attraversasse per un momento coi suoi raggi. Poi la Signora mi mostra di nuovo la terra e vedo che tutto si è rischiarato, e ora vedo una grande quantità di ossa sparse in terra e le sento dire: "Questa è la desolazione. Ma vai e lavora, lavora..." ripete, e poi indica in alto e dice: "Leggi". Poi vedo apparire delle lettere e leggo "Giustizia".
 
Poi sento un dolore atroce nella mano, che sento pesante come piombo. Sento la Signora dire di nuovo: "Su, continua a leggere" e vedo scritto a grandi lettere: "Carità" e su questo vedo venire molti ghiaccioli che gocciolano. Poi sento quella voce dire: "Continua a leggere", ma quando voglio leggere non posso leggere niente a causa delle fiamme che si muovono intorno alle lettere. Per un momento le fiamme si diradano e leggo: "Giustizia".
 
Poi la Signora m'indica qualcosa e vedo molte croci, come ve ne sono nei cimiteri militari. Le vedo rovesciarsi una dopo l'altra. Tutte cadono indietro. Poi la Signora indica di nuovo e vedo apparire nuove croci bianche. Per quanto possa vedere, sembra come se spuntassero dal terreno per una lunghezza di diversi metri. Sento la Signora dire: "Questo è il messaggio che porto oggi"[2], e poi se ne va; sento un vuoto intorno a me e tutto è cupo.


13-1 IHS:
1) le prime tre lettere della parola greca "IHSOYS", che significa Ges;
2) l'acronimo latino di "Iesus Hominum Salvator", che significa "Ges, il Salvatore degli Uomini";

13-2 Questa  la prima volta che la Signora usa la parola "messaggio".






Torna ai contenuti