"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora

Signora di tutti i Popoli

di tutti

i Popoli

di tutti i Popoli

di tutti i Popoli

Vai ai contenuti
Appparizioni della Signora alla veggente dal 1945 al 1959
 
Le visioni dal 1945 al 1959

Terza visione - 29 luglio 1945



Jahvè ammonisce
Odo di nuovo quella voce e vedo un altare sacrificale del tempo antico. Il fumo si abbassa. La voce dice:
“Jahvè avverte il suo popolo”.
Poi odo:
“Siate fedeli. Hanno disperso i miei agnelli”.
In concomitanza con le ultime parole vedo gli agnelli che si separano e vanno per tutto il mondo.
Venite, fedeli!
Ora la Signora colloca una croce sull’altare del sacrificio. Vedo, in un certo senso, che tutto il mondo vi sta attorno. La gente tuttavia tiene il capo chino e distolto dalla croce. Poi odo:
“Venite, fedeli!”
E vedo portare un calice lungo la folla.
Odo dire:
“Ma per una parte di loro ciò è invano!”
Cristo, la via
Devo guardare in alto e d’improvviso vedo la Signora. Sorride e mi tende le braccia dicendomi:
“Vieni!”
Davanti a me vi è ora una folla di uomini di ogni sorta: uomini distinti e lavoratori, anche preti vestiti di nero e religiosi. Ve ne sono dei buoni, ma anche dei meno buoni. La Signora li invita ad andare con lei. Ella li guiderà. Ora vedo davanti a me un sentiero lungo e malagevole, alla fine del quale c’è una luce intensa.
“Così”,
dice la Signora, e con un gesto di esortazione accenna agli uomini che devono percorrere quel sentiero difficile e faticoso. Essi deviano dai due lati. La Signora li guarda con sollecitudine materna e sorride loro continuamente. Davanti a me vedo la scritta: “Rientrare nella vita con Cristo”.
Inghilterra e America
Ora la Signora sembra triste e dice:
“L’Inghilterra mi ritroverà”.
Aspetta un momento. Poi dice lentamente e a voce bassa:
“Anche l’America”.
Poi la Signora si allontana lentamente e vedo una strana foschia sospesa sopra il mondo.
Torna ai contenuti