"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti
Riferimenti blibici
 

I CONCETTI



Nel messaggio del 31 Maggio 1954 troviamo scritto :
 
Vi ho dato la spiegazione del dogma. Chiedete questo dogma e lavorate per esso. Voi dovete supplicare il Santo Padre di preparare questo dogma. Il Signore Gesù Cristo fece grandi cose, e darà ancora di più a voi tutti in questo tempo, in questo ventesimo secolo. In questo giorno la Corredentrice, Mediatrice e Avvocata riceverà il suo titolo ufficiale di «Signora di tutti i Popoli». Nota bene: questi tre concetti in un gesto unico. Questi tre". Adesso la Signora mi mostra tre dita e con l'altra mano fa un movimento rotatorio attorno a sé, ed io vedo una nebbia che l'avvolge. "E adesso faccio vedere ai tuoi teologi i tre concetti. Questi tre concetti in un unico gesto. Io dico questo due volte, perché ci sono alcuni che vogliono solo un unico concetto. Il Santo Padre sarà d'accordo, ma lo dovete aiutare. Comprendere bene tutto questo".
 
 
Dal messaggio si nota come la Madonna utilizzi due termini ben distinti, i CONCETTI ED IL TITOLO ufficiale.  I CONCETTI sono tre  Mediatrice Avvocata e  Corredentrice , il TITOLO ufficiale  riguarda MARIA come “SIGNORA DI TUTTI I POPOLI”.
 
Nel messaggio la Madonna continua sottolineando per due volte che i tre concetti  sono in unico gesto. Il ripetere due volte sta ha significare che i tre concetti ed il titolo, si trovano nel Vecchio Testamento, e nel Nuovo Testamento.
 
 
Nel messaggio del 4 Aprile 1954 Maria dice: -  Di' ai tuoi teologi che possono trovare tutto nei libri". Adesso rimane in silenzio per un attimo e poi, sorridendo, dice sottovoce: "Io non porto alcun insegnamento nuovo. Porto adesso antichi pensieri". Continuando nello stesso messaggio dice:  Maria è Corredentrice ed è anche Mediatrice e Avvocata, non solo perché è la Madre del Signore Gesù Cristo ma, sta bene attenta, anche perché essa è la Immacolata Concezione.  Potrete trovare queste parole e questi concetti, vi prego di lavorare per questo dogma.
 
Nel messaggio del 4 Aprile 1954 si comprende molto chiaramente come la Madonna indica che nei libri , e si riferisce alla Sacra Scrittura, si trovano sia i Concetti , che il Titolo,  pertanto non porta nessuna nuova dottrina , nè un nuovo insegnamento che possano essere in contrasto con la Chiesa, ma porta ANTICHI PENSIERI.
 
Come sopra citato sia i Concetti , sia il Titolo sono verosimilmente “Antichi Pensieri”.
 
Per meglio comprendere occorre procedere dal Titolo seguito dai tre Concetti. Il titolo “La Signora di tutti i popoli “,  lo troviamo scritto  nel Nuovo Testamento, esattamente nella Seconda lettera di Giovanni versetto 1 -3 :
 
SECONDA LETTERA DI GIOVANNI cap. 1
 
1Io, il Presbìtero, alla Signora eletta da Dio e ai suoi figli, che amo nella verità, e non io soltanto, ma tutti quelli che hanno conosciuto la verità,2a causa della verità che rimane in noi e sarà con noi in eterno:3grazia, misericordia e pace saranno con noi da parte di Dio Padre e da parte di Gesù Cristo, Figlio del Padre, nella verità e nell'amore.
 
L' agiografo parla alla Signora che viene eletta da Dio ed ai suoi figli, (la Signora di tutti i popoli, i suoi figli sono l'umanità intera), che ama  nella verità, come  tutti coloro a cui è stata rivelata questa verità; cioe' che Maria è la  “Signora di tutti i popoli “ Madre dell'umanità, e che rimarrà con noi in eterno.
 
La grazia, misericordia e pace ( i Concetti )che vengono da Dio, attraverso le mani della “Signora di tutti i popoli” diventa  redenzione per gli uomini. I tre raggi, messaggio del 31 maggio 1951 Maria dice: -Ora guarda le mie mani e di' ciò che vedi". Ora nel centro delle mani è come se vi fosse una ferita e da ogni mano scaturiscono tre raggi, i quali sembrano irradiarsi sulle pecore. La Signora sorride e dice: “ Questi sono tre raggi, i raggi di Grazia, Redenzione e Pace ( i Concetti ).
 
Occorre sottolineare un concetto importante e significativo, la differenza di un attributo. Esaminando i tre attributi che si citano nella Seconda lettera di Giovanni, troviamo scritto che i tre attributi sono Grazia Misericordia e Pace che provengono da Dio. Mentre nel messaggio del 31 Maggio 1951 Maria parla sempre di tre raggi, ma dice Grazia Redenzione e Pace.
 
Il concetto di Misericordia prima citato di Dio,si muta in Redenzione nel messaggio della Madonna. La spiegazione è la seguente: Grazia e Pace rimangono tali, la   Misericordia che viene dal Padre, attraverso le mani di Maria diventa redenzione per gli uomini, da qui l'attributo di Maria  come la Chiesa la chiama “ Madre della misericordia” .
 
I tre CONCETTI o ATTRIBUTI ed il Titolo, come premesso, si trovano  nel Vecchio Testamento, esattamente al capitolo 5 del Profeta Baruc versetti 1- 4. Il versetto in cui si trovano i tre “Concetti “  che danno fondamento al 5° dogma è il versetto 4, il Titolo si trova al versetto 3
 
Dal PROFETA BARUC cap. 5 vers. 1-4
 
1Deponi, o Gerusalemme,(Maria)la veste del lutto e dell'afflizione,
rivèstiti dello splendore della gloria
che ti viene da Dio per sempre.
2Avvolgiti nel manto della giustizia di Dio,
metti sul tuo capo il diadema di gloria dell'Eterno,
3perché Dio mostrerà il tuo splendore
a ogni creatura sotto il cielo.
4Sarai chiamata da Dio per sempre:
«Pace di giustizia» e «Gloria di pietà».*
 
MEDIATRICE, AVVOCATA e CORREDENTRICE “
 
 
Considerando il versetto 4  del profeta Baruc al capitolo 5, si nota che i termini utilizzati per indicare i tre Concetti di Maria, come Mediatrice, Avvocata, Corredentrice, corrispondono al “Pace di giustizia “ i primi due, e “Gloria di Pietà”il terzo Concetto. Confrontando viene fuori quanto segue:
 
PACE DI GIUSTIZIA = MEDIATRICE E AVVOCATA
 
                                       (Mediatrice di grazie = PACE )
 
                                        ( Avvocata presso Dio   = GIUSTIZIA)
 
GLORIA DI PIETA'   = CORREDENTRICE
 
Misericordia     (termine deriva dal latino misericors genitivo misericordis) e da misereor (ho pietà)
 
( Misericordia che proviene da Dio,  attraverso  Maria, diventa redenzione di salvezza per gli uomini.)
 
Maria = Madre della Misericordia
 
 
Confrontando con il Messaggio del 31Maggio 1959 ( ultima apparizione ad Ida) la descrizione nella visione fatta dalla veggente Ida mette in risalto tutto quello che il profeta Baruc per ispirazione divina aveva scritto.
 
Era veramente un laceramento del cielo e d'un tratto vidi la Signora in tutta la sua gloria. Non mi è possibile descrivere questa visione imponente, celestiale,gloriosa. Non l'avevo mai vista così. Non vedevo pecore, né globo, né Croce, solamente la Signora, ma circondata da un immenso splendore di luce e di gloria. Dovetti guardare il suo capo e ci vidi una corona. Non l'avevo mai vista prima. Non vidi una corona di diamanti o di oro, ma nondimeno sapevo che si trattava di una corona, splendente di luce in ogni sua parte, più bella della più bella corona di diamanti. Lei stessa per altro era tutta raggiante, e lo ripeto, di un aspetto celestiale e glorioso,non potrei spiegarlo altrimenti.
 
 Nei primi versetti appare evidente che si parla della Madonna, e si possono notare tutti gli aggettivi che sono comuni ai due argomenti. Maria porta il manto, ed è nostra Avvocata come scrive nella preghiera da Lei stessa dettata. La Sua incoronazione ufficiale avverrà qualora il dogma verrà proclamato, ma quella corona sarà una corona di luce. Maria apparirà nella Sua Gloria e nel Suo splendore. Tutto questo avverrà quando Dio lo dimostrerà a tutta l'umanità.
 
Per quanto concerne  il Titolo lo troviamo descritto sempre nello stesso brano di Baruc al capitolo 5  versetto 3 :”perchè Dio dimostrerà il tuo splendore a tutte le creature sotto il cielo  “. Tutte le creature sotto il cielo rappresentano l'umanità, a cui Dio  dimostrerà lo splendore, la magnificenza, la regalità  della Madonna,  come Signora, Madre, Donna  di tutte le creature di Dio quindi di tutti i popoli.
 
Quando la Madonna il 31 Maggio 1954 dice che -. Alcuni vogliono un unico Concetto non può altro che riferirsi a quello che la Chiesa ha espresso nel 1982. Il cardinale Joseph Ratzinger,  l'allora Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede riferì al giornalista tedesco Peter Seewald, nel libro Dio e il mondo, che la collaborazione di Maria nel piano salvifico «viene meglio espressa tramite altri titoli, mentre la formula "Corredentrice" si allontana troppo dal linguaggio e dagli scritti dei Padri della Chiesa e per questo suscita dei fraintendimenti».
 
Usare solo il termine Corredentrice infatti non è scritto nelle Sacre Scritture, il Titolo ed i concetti invece sono scritti come da volontà Divina. Solo così potrà essere superato e dimostrato da un punto di vista ecumenico che Maria è La Signora di tutti i popoli quale Mediatrice Avvocata Corredentrice.


Torna ai contenuti