"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti
Riferimenti blibici

La Visitazione di Maria ad Elisabetta



Maria, sin dalla nascita, venne guidata ed istruita dallo Spirito di Dio in maniera assoluta, perchè Immacolata per concezione di Dio sin dalla creazione.
Lei, oggi come allora, è perennemente in comunione spirituale con la Santa Trinità.
Quando l'Arcangelo Gabriele, l'angelo della luce, annunciò a Maria la gravidanza del Figlio di Dio, lo Spirito Santo la pervase  in maniera assoluta e la comunione spirituale che si instaurò con il Padre,  non può essere compresa da mente umana. Ecco spiegato il perché Sant'Alfonso, Il Monfort, Kolbe ecc. affermarono la loro inseparabile spiritualità.
A tal proposito, occorre fare una premessa. La comunione spirituale di un'anima con Dio è direttamente proporzionale allo stato di grazia in cui si trova l'anima.
Tolto il peccato originale con il battesimo, l'uomo rimane soggetto al peccato della carne.
Gesù frutto dello Spirito Santo, Santo sin dalla nascita, nato dalla  vergine Immacolata per concezione di Dio anch'Essa Santa e senza peccato originale, non corruttibile al peccato della carne come il Figlio, rientra nel  mistero indefinibile della comunione spirituale per eccellenza, incomprensibile alla razionalità.
Pertanto rientrando in questa condizione spirituale Maria nell'evento della visitazione alla cugina Elisabetta gravida del precursore Giovanni, per progetto di Dio, corre a trovarla.
Per adempiere alla parola del vangelo, che Giovanni fosse battezzato in Spirito Santo sin dal grembo materno della madre,  di conseguenza la stessa Elisabetta per il principio della comunione spirituale anch'essa fu riempita di Spirito santo, - all'udire la voce di Maria Elisabetta fu colmata di Spirito Santo.
Questo si comprende dagli eventi dinamici che si sono svolti. E cioè che Elisabetta tenne la sua gravidanza nascosta, nel frattempo non poteva sapere come evento che Maria fosse in cinta, mentre Maria avvisata dall' arcangelo Gabriele venne a conoscenza della gravidanza di Elisabetta.
Elisabetta viene a conoscenza della gravidanza di Maria  per rivelazione  solo quando Maria  saluta Elisabetta.
- Benedetta tu fra tutte le donne e benedetto il frutto del tuo grembo - A che cosa devo che la madre del mio Signore venga a me?  
Questo avviene dalla  comunione spirituale tra Maria e il Padre, Maria  ed Elisabetta.
Maria è portatrice  dello Spirito Santo ed opera nello stesso. Lo Spirito Santo è l'amore che lega il Padre con Il Figlio, Maria è l'amore fra il Padre ed il Figlio, è l'amore fra Dio e gli uomini.
- IO sono la madre del bell'amore e del timore, della conoscenza e della santa speranza, eterna sono stata donata a tutti i miei figli a coloro che sono stati scelti da Lui -.
Questo è un principio teologico applicato esclusivamente al ruolo di Maria che opera nella Santa Trinità.
In questa epoca come già anticipato da diversi dottori e santi della Chiesa, che siamo nel tempo dello Spirito Santo e di Maria, tutto trova compimento e  dinamicità  in  Maria perchè mediatrice avvocata e di conseguenza corredentrice. Come lo fu per la cugina Elisabetta e Giovanni il Battista, così come madre o Signora di tutti gli uomini  e per tutti coloro che si convertono.
Nelle apparizioni di Amsterdam la Madonna chiede che quando il quinto ed  l'ultimo  dogma mariano verrà proclamato, la festività della Signora di tutti i popoli dovrà essere festeggiato ufficialmente per tutta la Chiesa universale ogni 31 Maggio, data in cui attualmente si fa memoria della visitazione, perchè portatrice dello Spirito Santo nel mondo.
Dopo che verrà proclamato il quinto dogma Maria promette che darà al mondo la vera Pace, quella che proviene dallo Spirito Santo per questo motivo Lei ne è la Regina.
Anche la stessa preghiera della Signora di tutti i popoli esorta attraverso il Figlio di inviare lo Spirito Santo sulla terra, grazie alla mediazione di Maria che opera attraverso lo Spirito Santo.
Come cosi si porterà a compimento dopo la proclamazione del quinto dogma  la frase del Magnificat :  - D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
- E beata colei che ha creduto nell'adempimento di ciò che il Signore le ha detto - la prima a chiamarla beata è Elisabetta, ma dovranno essere tutte le generazioni ufficialmente a chiamare Maria beata, perchè madre di tutti gli uomini, così come Dio è Padre di tutti gli uomini.
Alfonso Mezzatesta

Torna ai contenuti