"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora

Signora di tutti i Popoli

di tutti

i Popoli

di tutti i Popoli

di tutti i Popoli

Vai ai contenuti

LE APPARIZION I DI AMSTERDAM

Il 25 marzo 1945. Festa dell' Annunciazione. la Madonna appare ad Amsterdam a Ida Peerdeman, una semplice donna. È la prima di 56 apparizioni che avvengono tra il 1945 e il 1959.  II 31  maggio 1995, dopo aver consultato la Congregazione per la Dottrina della Fede. il vescovo diocesano competente. Mons. H Borners, permette la venerazione pubblica di Maria con il nuovo titolo: " La Signora di tutti i Popoli”. Sei anni dopo, li 1 maggio 2001. li suo successore Mons. J. M. Punt dichiara "che nelle apparizioni di Amsterdam c'è un origine soprannaturale ".

MADRE PER TUTTI

Per ben 14 anni, nei suoi messaggi alla veggente, la "SIGNORA DI TUTTI I POPOLI" parla a molti paesi e popoli. Si rivolge al Papa. ai vescovi, sacerdoti e consacrali, alle famiglie, a uomini, a donne e a tutte le persone di buona volontà, Vuole che ognuno, sia esso credente, d'altra fede o incredulo istruito o meno possa giungere a conoscerla e ad amarla quale sua madre personale. "Chiunque o qualunque Voi siate, io posso  essere per voi la Madre, la Signora di tutti i Popoli, " (31.05. 1954) In visioni profetiche mostra in modo impressionante alla veggente la situazione della Chiesa e del mondo odierno e ci mette in guardia contro la perdita della fede, la corruzione morale. le calamità e la guerra. Nei suoi messaggi la Madonna rivela gradualmente il piano attraverso il quale Dio per mezzo della Madre, vuole salvare il mondo da una grande catastrofe mondiale che ci minaccia e guidarci in una nuova epoca pervasa di Spirito Santo, un'epoca di pace. La sospirata pace nelle famiglie e tra i popoli dipende però dall'esatta ed immediata messa in pratica, da parte nostra di quanto richiesto dalla Madre di tutti Popoli.
IMPARIAMO DA FATIMA’  Quanto decisiva sia la nostra collaborazione m riscontro alle richieste della Madonna ad Amsterdam è drammaticamente dimostrato da uno sguardo retrospettivo alle apparizioni di Fatima (Portogallo). Laggiù,  nel 1917, verso la fine della prima guerra mondiale. Maria, quale "Regina del Rosario" ,mise in guardia nei confronti della Russia e della propagazione globale delle sue Ideologie ateistiche. come pure del pericolo di una seconda guerra mondiale. Per evitare che tutto questo accadesse. indicò dei mezzi concreti. soprannaturali: la preghiera del Rosario la Comunione espiatoria il primo sabato del mese e la consacrazione, al suo Cuore Immacolato. Purtroppo malgrado il riconoscimento di queste apparizioni un parte della più alla autorità ecclesiastica  le parole di Maria furono prese troppo poco sul serio, così l'ateismo militante si diffuse con la rapidità del vento, soggiogando per decenni tanti Paesi. Parimenti si giunse al dramma della seconda guerra mondiale. e milioni di uomini morirono al fronte, nei campi di concentramento o nelle città bombardate. È sconvolgente pensare che si sarebbe potuto evitare tutta questa indicibile sofferenza e miseria. se si fossero messe in pratica senza indugio le richieste della Madonna' Tuttavia. come Madre amorevole, essa non d abbandona mai. Così verso la fin della seconda guerra mondiale. nel 1945, accorse nuovamente in nostro soccorso, questa volta in landa, ad Amsterdam.  

PROVE DI AUTENTICITA

Ad Amsterdam. Dio ha donato prove di autenticità in cosi gran numero e in modo così affascinante  come raramente si può trovare nella storia delle apparizioni della Madonna. Con la realizzazione nel corso degli anni delle sue numerose predizioni. LA SIGNORA DI TUTTI I POLOLI dimostra in modo sempre nuovo l'autenticità dei suoi messaggi. Già nel 1950 Ida vide la riunificazione  della Germania. In una visione. la Signora le aveva indicato una spessa linea che attraversava la Germania dicendo: ..L'Europa è divisa in due ". 10.12.1451) Quindi  la veggente dovette cancellare d’un colpo questa linea con un gesto della mano. Quasi 40 anni dopo, nel 1989, noi stessi siamo stati testimoni della caduta del muro di Berlino. Anche il primo allunaggio degli americani nel 1969 fù visto dalla veggente già 23 anni prima. Ida percepì allora su se stessa l'assenza della forza di gravità . che descrisse poi dettagliatamente  al suo direttore spirituale. (07/02/1947). In un' altra visione Ida fu condotta nella Basilica di San Pietro. Scorse li presenti tutti i vescovi del mondo con mitre bianche e il Santo Padre con la tiara e un gran libro. Nessuno al mondo, tanto meno la Stessa veggente, avrebbe potuto anche solo intuire che, con questa impressionante visione dell’11.02.1951, aveva visto il Concilio Vaticano Il che Iniziò solamente 11 anni dopo.  La prova di autenticità più convincente la Madonna la diede alla veggente nella notte tra ti 18 e il 19 febbraio 1958, preannunciandole che agli inizi di ottobre: -cioè otto mesi dopo - sarebbe deceduto il Santo Padre Pio XII, che a quel tempo era ancora in buona salute. Effettivamente, Papa Pio XII mori il 9 ottobre 1958 a Castelgandolfo. Per Padre Frehe OP, direttore spirituale di Ida, questa prova di autenticità fu tanto più convincente perché sapeva che solo Dio stabilisce e conosce il giorno della morte di una persona. Si può comprendere facilmente  l'importanza straordinaria dei messaggi di Amsterdam per la Chiesa e per il mondo se. per dimostrarne l'autenticità, DIO li collega persino a un futuro Concilio o alla vita e alla morte di un santo papa.  

Il TITOLO  - LA SIGNORA, LA MADRE DI TUTTI  I POPOLI

Già durante la prima apparizione la Madonna si è presentata con il bel titolo biblico: Donna/Signora, [Nota d. tr.: 'Vrouwe' in olandese sta sia per 'donna' che per 'signora"] Più di 150 volte usa nei messaggi questo nuovo titolo: “ Sono la Signora Maria  Madre di tutti i popoli”. (11.02.1951) Per comprendere più profondamente perché la Madonna appare con il titolo di "SIGNORA', si deve aprire la Sacra Scrittura. Poiché soltanto  li ci si rivela il senso pieno di questa parola.  
I. Nella Genesi leggiamo della DONNA che in unione con suo Figlio schiaccia la testa del serpente: "Io porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà lo testa e tu le  insidierai il calcagno ". ((Gen3,15). II.  Alle nozze di Canà troviamo la SIGNORA che intercede e media le grazie: "Gesù rispose ' 'Che ho da fare con te, o donna? III.  Non è ancora giunta la mia ora '. La madre dice ai servi: 'Fate quello che vi dirà" (Gv2,4-5) J. Il Vangelo secondo Giovanni ci descrive anche la DONNA Corredentrice sul Calvario: "Gesù allora, vedendo la madre e li accanto a lei il discepolo  che  egli amava, disse alla madre : “Donna ecco il tuo figlio! "(Gv 19.26)  Ciò è confermato nel messaggio di Amsterdam del 6 aprile 1952: "Al sacrificio  della Croce il Figlio fece dono di questo titolo al tutto il mondo. Nel Libro dell'Apocalisse leggiamo della SIGNORA 'vestita di sole: "Nel cielo apparve poi un segno grandioso, una donna vestita di sole, con la luna sotto i piedi  e sul suo capo una corona di dodici stelle ". (Ap 12,1)  Maria è dunque chiamata sempre "DONNA" quando si tratta della sua universale vocazione materna. E ci ricorda: "l’umanità è affidata alla Madre. (15.08.1951) Riferendosi a questo  titolo. la Madre di tutti i Popoli ha fatto anche molte promesse consolanti: "Con questo titolo salverà il mondo" (20.3.1953) . "La Signora di di tutti i popoli  potrà portare al mondo la pace. Ma per questo deve essere invocata in questo titolo”.(11.10.1953)  Lei  è veramente Madre per tutti i popoli, tribù e razze, indipendentemente  dalla loro professione di fede. Ama tutti i suoi figli. anche coloro che non conoscono ancora il suo amore  materno e particolarmente  coloro che non vogliono sentir parlare di Lei. Sarà dunque la MADRE DI TUTTI I POPOLI che potrà implorarci da Dio e donarci la pace universale e duratura, il vero ecumenismo è l'unità nello Spirito Santo.  

LA PREGHIERA PER L’AMORE E LA PACE

Nel primo messaggio del 25 marzo 1945, la Madonna accenna alla sua preghiera come se fosse già nota, dicendo:” La preghiera deve essere divulgata!”  Solo sei anni dopo, l'11 febbraio 195 1, giorno della festa di Nostra Signora di Lourdes, detta in Germania la sua preghiera alla veggente . L' importanza  universale di questa preghiera per la Chiesa e il mondo  emerge già dal fatto  che la Madonna l'ha rivelata a Ida Peerdeman  durante la visione profetica del Concilio Valicano Il.  
Signore Gesù Cristo, Figlio del Padre  Manda ora il Tuo Spirito sulla terra. Fa abitare lo Spirito Santo Nei cuori di tutti i popoli, Affinché siano preservati  Dalla corruzione, dalle calamità E dalla guerra. Che la Signora di tutti i Popoli  Che una volta era Maria,  sia la nostra Avvocata. Amen.
 Dopo di che la Signora continua il suo messaggio: "Figlia mia. questa preghiera e : cosi semplice e breve che ciascuno può dirla nella sua lingua, davanti alla propria croce. E’ coloro  che non hanno una croce, che la recitino interiormente. "  Chiede che ognuno reciti lentamente e devotamente questa preghiera almeno una  volta al giorno . 'Ti assicuro che il mondo cambierà" (24.04.1951). La  Madonna personalmente spiega perché ci da questa nuova preghiera. " “Essa è stata data per invocare il vero spirito sul Mondo”. “ Tu non puoi comprendere il grande valore di tutto ciò. Non sai quel che riserva il futuro”.E’ mandata dal Padre e dal Figlio quale Madre di tutti i Popoli per portare al mondo l'unità e la pace e "per liberare il mondo, con questo titolo e per mezzo di questa preghiera, da una grande catastrofe planetaria”.(10.05.1953) In relazione alla sua preghiera, la Signora dice qualcosa di molto significativo: "invocatela  (la Signora di Tutti i Popoli) quale Avvocata e pregatela di allontanare tutte le calamità!  Pregatela di bandire la corruzione da questo mondo. Dalla corruzione sorgono guerre. Tramite lo mia preghiera chiedete di bandire  tutto ciò dal mondo! Non conoscete la potenza e l’importanza di questa preghiera presso Dio” (31.05.1955)
"CHE UNA VOLTA ERA MARIA” La prima ad avere delle difficoltà li capire il senso delle parole "che una volta tra Maria" fu la veggente stessa, poi il suo direttore spirituale ed infine il vescovo diocesano Mons. Huibers, che alla prima stampa aveva semplicemente fatto togliere questa formulazione per lui incomprensibile.  La Madonna però non fu d'accordo con il cambiamento: ..'Che la Signora di tutti i  Popoli, che una volta era Maria, sia la nostra Avvocata, deve restare così”. (06.04.1952 In modo breve, chiaro e semplice lo aveva già spiegato prima:''Che una volta era Maria" non significa affatto che non dovremmo più chiamare la Madonna  "Maria", come ripetiamo tante volte recitando il Rosario . Significa invece che dobbiamo conoscere Maria secondo il suo nome. ma anche per la sua vocazione quale nostra Madre spirituale e affinchè il nostro rapporto con lei diventi quello di un bambino. Che questa relazione  madre-bambino possa diventare mollo più  profonda e più personale, vale certamente per noi cristiani, ma molto più per i quattro miliardi di non, cristiani, cioè per la maggior parte dell’umanità. Essi infatti conoscono Maria con il suo nome, ! Ma non sanno che e Madre per tutti i popoli, e cosi anche individualmente per ciascuno di loro. Se però si ravvisa Maria quale madre personale, tutto cambia: quella che "una volta" era per me soltanto Maria, adesso la conosco e l'amo come mia madre.  

MODIFICA ALLA PREGHIERA

Negli anni passati. fedeli, sacerdoti e vescovi hanno avuto sovente difficoltà con la formulazione "che una volta era Maria", come già nel 1951 la veggente, il suo direttore spirituale e il Vescovo Huibers. Per questo sono state trasmesse ripetutamente delle richieste al riguardo alla Congregazione per la Dottrina della Fede a Roma. Mossa dalla sollecitudine pastorale, considerando la possibilità di  fraintendimento della formulazione "che una volta era Maria". nel luglio del 2005 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha chiesto di tralasciarla. Per evidenziare che il titolo SIGNORA DI TUTTI I POPOLI riguarda la Madonna, sono state inserite I parole "la beata Vergine Marai" ". Questa versione ha ricevuto l' imprimatur dal vescovo diocesano di Haarlern. Mons, J. M. Punt il 6 gennaio 2009. Così ora la preghiera termina con l' espressione: "Che la Signora di tutti i Popoli, la beata vergine Maria, sia la nostra Avvocata ".  Parecchie persone che da anni venerano la Signora di tutti i Popoli fanno fatica ad accettare questa nuova versione. Tuttavia, solo con tale ubbidienza per amore, pensando ed agendo in modo ecclesiale, la preghiera e l'immagine  potranno continuare ad essere divulgate nel mondo intero con il sostegno di vescovi e sacerdoti. La Madonna stessa dice: E ora la Signora di tutti i popoli permette di donare la vera pace. Ma ….i popoli  dovranno recitare assieme alla Chiesa – Comprendi bene, con la Chiesa – la mia preghiera “(20.03.1953)

L'IMMAGINE DELLA SIGNORA DI TUTI I POPOLI

l messaggi di Amsterdam sono del tutto particolari anche perché la Madonna stessa vi descrive dettagliatamente come dovrà essere dipinta la sua immagine. Contemplando la sua immagine tutti gli uomini devono comprendere perché Maria è nostra Madre: 1 Maria è la MADRE di noi tutti perché -in unione con il suo e nostro Redentore -ha sofferto per noi in quanto CORREDENTRICE. Per questo la vediamo sull'immagine ritta davanti alla croce luminosa del suo Figlio divino, penetrata totalmente da questa luce. Il palmo delle sue mani aperte mostra delle piaghe trasfigurate. Intorno ai fianchi porta una fascia che simboleggia il  panno avvolto attorno ai lombi del Figlio e che descrive l'inseparabile unione tra la Corredentrice e il suo Redentore.  
2. Maria è la MADRE di noi tutti anche perché come MEDIATRlCE, in unione con il suo Figlio divino, trasmette ogni grazia ai popoli. Sulla sua immagine questo viene illustrato con i tre raggi di luce che fuoriescono dalle sue mani misticamente trafitte: ".,. i raggi di Grazia. Redenzione e Pace". (3 1.()5.1951) I raggi scendono su delle pecore che simboleggiano il gregge di Cristo, cioè tutti i popoli della terra.  
3. Maria è la Madre di noi tutti non da ultimo anche perché, come AVVOCATA. intercede per noi davanti a Dio e ci difende dal male, da Satana. Questa verità biblica della Madre che schiacciando la testa del serpente ci difende da Satana e lo vince. è illustrata in modo particolarmente impressionante: nell'immagine di Amsterdam a differenza della Medaglia Miracolosa -il serpente non è più visibile perché è totalmente sconfitto. Non si può raffigurare in modo più evidente il potere d'intercessione materna di Maria! A proposito dell'immagine. che dunque descrive in triplice modo la maternità universale di Maria per tutti gli uomini di tutti i tempi. dà questa spiegazione sorprendente: "Questa immagine deve precedere. Questa immagine deve essere dilli/w in filtro il mondo. E Ha è il significato e la raffigurazione del nuovo dogma. Perciò io stessa ho dato questa immagine ai popoli”. (08.12.1952)  

IL DOGMA DELLA MADRE DI TUTTI l POPOLI

Nella storia delle apparizioni mariane è davvero unico il fatto che la Madonna nei suoi messaggi chieda la proclamazione di un dogma! Secondo le sue parole, esso sarà "l'ultimo e più grande " 115.08.1951) dogma mariano. Rivolta al Santo Padre desidera: "Provvedi ali'ultimo dogma,l’incoronazione della Madre del Signore Gesù Cristo. della Corredentrice, Mediatrice e Avvocata! ". (11.10.1953) Più volte la Madre, nei suoi messaggi. si rivolge direttamente ai teologi e spiega loro il contenuto di fede e la grande importanza del dogma: "Di ai vostri teologi che possono trovare tutto nei libri! Io non  porto alcun nuovo  insegnamento" (04.04. 1954) "La Chiesa incontrerà molta opposizione a causa del dogma", (15.08.1951 ) Oggi, dopo più di cinquant'anni. la Chiesa si trova davvero in questa situazione dolorosa : da una parte cardinali e centinaia di vescovi vorrebbero vedere onorata Maria con il dogma di Corredentrice, Mediatrice e Avvocata. Lo stesso desiderano rinomati teologi, molti sacerdoti e milioni di fedeli, Persino santi come Leopoldo Mandi é, Massimiliano Kolbe, Edith Stein o Padre Pio e Madre Teresa hanno amato molto e usato il titolo "Corredentrice". Anche Papa Giovanni Paolo II lo ha usato più volte. D'altra parte, tra cardinali, vescovi c teologi ci sono molti che considerano il termine "Corredentrice" equivoco e perciò fondamentalmente inadatto per descrivere in maniera teologicamente corretta la posizione unica di Maria nella storia della salvezza. Affinché un giorno questa verità possa essere proclamata come dogma, dovrà essere raggiunto un accordo tramite uno studio approfondito e un dialogo fraterno. ma soprattutto con la preghiera e il sacrificio. in modo da comporre le divergenti opinioni teologiche concernenti il titolo di "Corredentrice", Quando il dogma sarà proclamato, lo deciderà, ovviamente, soltanto il Santo Padre. Tuttavia, di sicuro non sarà proclamato un nuovo dogma mariano fino a quando il suo contenuto di fede non sarà compreso dalla maggioranza dei fedeli, e al momento attuale molti credenti non sono quasi più mariani.  Ciononostante possiamo sapere fin d'oggi quale sarà l'effetto di grazie di questo dogma per la Chiesa e per il mondo. La Signora di tutti i Popoli promette infatti una nuova effusione dello Spirito Santo e con esso la vera pace per i popoli. "E la Signora rimase tra i suoi apostoli finché lo Spirito. Cosi la Signora  può venire anche dai suoi apostoli e popoli di tutto il mondo per riportare loro lo Spirito Santo.... Quando sarà proclamato il dogma . l'ultimo della storia mariana, la Signora di tutti i Popoli darà al mondo la pace, la "vera pace " (31.05.1954)  Ed ora, in pratica, che cosa possiamo fare noi credenti nella vita quotidiana affinché i popoli conoscano Maria quale Corredentrice, affinché un giorno sia solennemente glorificata attraverso un nuovo, dogma e giunga la pace tanto agognata? La Madre stessa ci dà la risposta:  "Questo è il mio messaggio  per oggi perche il  tempo stringe. Deve sorgere una grande azione per il Figlio e la croce, per l 'Avvocata e Messaggero di quiete e pace,Ia Signora di tutti i Popoli" (01.04.1951)  

L A GRANDE OPERA MONDIALE

Quale contributo concreto da parte di tutte le persone di buona volontà per la proclamazione del dogma e per la pace mondiale. la Madre ci chiede di divulgare la sua PREGHIERA e la sua IMMAGINE. Essa stessa dà un nome a questa diffusione. La chiama una "grande opera mondiale " (11.10.1953), o addirittura un' "opera di redenzione e di pace ". (O1.04.1951) Ida Peerdeman vide questa opera mondiale nella splendida visione di miliardi dì fiocchi di neve: "Come i fiocchi di neve volteggiano sopra lo terra e vi si posano formando una spessa coltre, cosi la preghiera e l’immagine si propagheranno per il mondo e penetreranno  nei cuori di tutti i popoli.  Come la  neve si dissolve nella ferra. Cosi il frutto , lo Spirito, verrà nei cuori di tutti  gli uomini che reciteranno ogni giorno questa preghiera”. (01.04.1951) Convinta della grande importanza di quest'opera mondiale, la veggente  lavorò instancabilmente fino alla fine della sua vita provvedendo alla spedizione di immagini nel mondo intero. Spesso si sentiva incapace, tanto che un giorno la Signora la consolò : "Hai paura? Ha 1/ aiuto io. Vedrai, la diffusione andrà praticamente da sé ". (15.04.1951) " Maria se ne assume tutte le responsabilità ''. (04.04. 1954 )  

Ciascuno di noi, anche i bambini, possono collaborarvi donando cordialmente questa immagine a lutti i fratelli e sorelle, credenti o non credenti . L'appello della Madre di tutti i Popoli alla  collaborazione vale per tutti noi: "E ora parlo a quelli che chiedono un miracolo. Ebbene. dico loro: mettetevi con grande zelo al lavoro per realizzare quest'opera di redenzione e di pace e vedrete il miracolo! ". (01.04.1951). “Aiutate con tutti i vostri mezzi e provvedete alla divulgazione, ognuno a modo suo ". (15.06.1952) "Quest'opera di diffusione non è per un  solo paese, quest'opera è per tutti i popoli ". ( 11.10. 1953) "Tutti ne hanno il diritto. Ti assicuro che il mondo cambierà ".  (29.04. 1951) "La divulgazione deve avvenire tramite i conventi ". (20.03.1953) "... nelle chiese e mediante mezzi moderni ". (3 1.12.1951) "Così lo Signora di tutti i Popoli sarà portata nel mondo, di città in città, da nazione a nazione. La semplice preghiera darà luogo ad un'unica comunità ". (17.02. 1952)  Nel frattempo la preghiera è stata tradotta in oltre 70 lingue e milioni di immagini con la preghiera hanno raggiunto numerosi Paesi di tutti i continenti . Nel corso degli anni sono pervenute alla Cappella di Amsterdam molte belle testimonianze , racconti di conversioni, guarigioni ed altri miracoli, verifìcatisi perché mediante l'immagine le persone hanno potuto conoscere Maria come la loro propria Madre. Persino cardinali e vescovi di diversi continenti hanno fatto pellegrinaggi ad Amsterdam e reso testimonianza durante le Giornate lnternazionali di Preghiera, riferendo delle grazie ricevute nelle loro diocesi.  In molti Paesi, i credenti medesimi fanno circolare un quadro con l'immagine della Signora di tutti i Popoli in modo che, per breve o lungo tempo, "visiti" le famiglie, i gruppi di preghiera, le parrocchie, i conventi, le scuole e le case di riposo per anziani e perfino le prigioni. In tutte le parti della terra attraverso i media,si viene a conoscenza di pericoli che minacciano la vita, pericoli che aumentano quotidianamente e che ci impauriscono sempre più. Di fronte a ciò si rimane perplessi e non si intravede una soluzione. Ma la Madonna ha la soluzione. Ad Amsterdam, come già a Fatima,ci dà un piano infallibile di salvezza,"una grande opera mondiale", nella quale, attraverso il nostro zelo missionario, vengono coinvolti tutti i popoli. Oggi giorno, in un'armoniosa collaborazione con vescovi e sacerdoti e utilizzando i moderni mezzi di comunicazione e i media, la diffusione dell' immagine con la preghiera potrebbe avvenire in brevissimo tempo ed in modo grandemente efficace:  "Divulgate lo preghiera nelle chiese. mediante mezzi moderni, ... affinché il mondo sia liberato dal/a corruzione. dal/e calamità e dalla guerra ". (31.12.1951)  Dobbiamo però collaborarvi tutti con convinzione e col massimo impegno. Poiché su questa via, che si chiama"Maria"," SIGNORA"e "MADRE", Dio vuole guidare tutti i popoli alla vera pace. È lei che se ne rende garante:  "La Signora adempirà la sua promessa e vi sarà la l'era pace ". (31.05.1955)  


PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
www.de-vrouwe.info  Centro di Azione in Italia:
Cappella della Casa' Madre di tutti i Popoli',   Signora di tutti i Popoli             via degli Ulivi, 10
Diepenbrockstraat 3 loc. Cecchina  NL-1077VX Amsterdam I-00040 Ariccia (RM)
Te!.: +31(0)20-6620504 Fax:+39069343498
centrodiazione.it@dc-vrouwe.info                                      info@de-vrouwe.info
Responsabile per ilcontenuto: PDF-Famigliadi Maria Editrice:
F6rdersliftung Familie Mariens, C,P. 100524, DE-41405 Neuss

Torna ai contenuti