"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti
canale YouTube scritti

Capitolo 4
 
LA PREGHIERA DELLA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI


 
 
La Signora di tutti i Popoli, nelle apparizioni di Amsterdam, fece trascrivere, durante una visione, alla veggente Ida Peerdeman, una PREGHIERA.
La Signora la dettò durante l'apparizione dell'11 Febbraio del 1951.  Nello stesso anno fu dato l’ imprimatur dal vescovo locale ,  la preghiera fu tradotta e diffusa in tutto il mondo, su esortazione della Madonna stessa.
 
Questo  è il testo originale:

 
SIGNORE GESU’ CRISTO FIGLIO DEL PADRE,
MANDA ORA IL TUO SPIRITO SULLA TERRA.
 FA' ABITARE LO SPIRITO SANTO NEI CUORI DI TUTTI I POPOLI,
AFFINCHÉ SIANO PRESERVATI DALLA CORRUZIONE,
DALLE CALAMITÀ E DALLA GUERRA.
CHE LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI,
CHE UNA VOLTA ERA MARIA,  
SIA LA NOSTRA AVVOCATA. AMEN  

 
La Madonna  nei messaggi  sottolinea che  questa preghiera è per tutta l umanità, per tutti i Popoli, essendo Lei,  Madre, la Signora di tutti i Popoli, inviata da Dio per la salvezza del mondo.      Non  è  solo per i credenti cattolici  ma  anche per i fratelli separati dalla Chiesa di Roma, e per quelli che non appartengono ad alcuna Chiesa , insomma per tutti. La Madonna dice: “Ciascuno può dirla nella sua lingua.....Collaborate tutti a questa grande opera mondiale” (mess11 febbraio ‘51,  anniversario app lourdes) . La Signora chiede la partecipazione di tutti in nome dell’ Amore: Primo e massimo comandamento di Dio.
 
E’una supplica rivolta al Padre attraverso il Figlio,  affinchè lo Spirito Santo scenda sulla terra , per intercessione della Signora di tutti i popoli come Avvocata del genere umano,  per la misericordia di Dio , nella certezza di essere esauditi.
 
Che   lo Spirito Santo  scenda sulla terra significa  che saranno irradiate le anime di tutti gli uomini, quindi si tratta di una supplica per una nuova Pentecoste. Lo Spirito potrà coinvolgere i cuori di tutti, affinchè l’uomo possa entrare in intima comunione spirituale con Dio e possa comprendere la volontà del Padre istantaneamente.
 
La grazia sarà elargita a tutti indistintamente,  nella libera volontà di ciascuno di accettarla o rifiutarla.
 
Dio vuole offrire all'umanità la possibilità della  conversione e che sia preservata dalla corruzione dalle calamità e dalla guerra (messaggio dell’ 11 Ottobre 1953)
 
La Signora ci mette in guardia su  eventi che coinvolgeranno l'umanità, per i tempi che stiamo vivendo.
 
Dalla corruzione vengono le guerre, il peccato di qualunque genere provoca la corruzione dell'anima, le calamità sono cause dei peccati dell'uomo che deturpano ed offendono il Creatore. Alla luce della situazione attuale che coinvolge il mondo, la corruzione ha preso campo su tutti i fronti culturali sociali e religiosi, nonchè quelli spirituali in cui hanno avuto diffusione nuove filosofie, come il relativismo, il nichilismo , il modernismo e l’umanesimo che vorrebbero comprendere il mistero di Dio senza l’aiuto e la grazia del vero Spirito.
 
Alcuni insegnamenti teologici, talvolta seguendo tali filosofie e teorie risultano stravaganti e fuorvianti; non sono secondo la volontà di Dio, addirittura in qualche caso si cerca di adeguare la Parola del Signore alle esigenze umane, seguendo il falso spirito.
 
La Signora parla  di  guerra.  Tenendo conto che la preghiera viene data nel 1951, quindi dopo le due guerre mondiali, appare evidente porsi una domanda: a quale guerra si riferisce la Signora? - Forse ad una guerra nucleare nonchè chimica? Oppure ad una guerra spirituale all' interno della fede? -Nell'attesa di una risposta dal cielo una cosa è certa, che riguarderà tutta l'umanità da vicino. Anche a Fatima la Madonna disse nel 1917 che se l'uomo non si fosse convertito e tornato a Dio sarebbe venuta una guerra più sanguinosa della prima, il resto è storia.
 
Il pericolo della corruzione, delle calamità, della guerra per cui si invoca l’aiuto della Signora, quale nostra Avvocata è reale. E come già detto, la corruzione nel mondo è in pieno regime, le calamità sono sempre piu' frequenti, manca solo di comprendere il riferimento alla guerra, per questo occorre recitare frequentemente la preghiera confidando nella misericordia di Dio per essere preservati con l’aiuto dello Spirito Santo.
 
Questa condizione umana parrebbe , non nel senso diretto, una punizione di Dio verso l’uomo che non riconosce più il Suo Creatore; in realtà Dio agisce ritirandosi e abbandonando appunto l’uomo ai propri progetti ed ai propri pensieri, perché Dio, come sappiamo, rispetta la libertà dell’ uomo.
 
Alla luce delle Sacre Scritture,  per il tempo in cui viviamo,
 
appare attuale ciò che in alcuni brani del Vecchio Testamento è annunciato . Ci riferiamo esattamente al libro del profeta Baruc.
 
-Leggiamo al capitolo 4, al versetto 21  << Coraggio, figli miei, gridate a Dio, ed egli vi libererà dall’oppressione e dalle mani dei nemici >>.
 
(E’ il richiamo della Signora alla preghiera, per liberarsi dal principe di questo mondo. )
 
-Al versetto 22 troviamo scritto : << Io , infatti, ho sperato dall’Eterno la vostra salvezza e una grande gioia mi è venuta dal Santo, per la misericordia che presto vi giungerà dall’Eterno, vostro salvatore>>.( Questo io si riferisce alla Signora, la quale ha ottenuto per la misericordia di Dio la futura discesa dello Spirito Santo nei cuori di tutti i popoli per sua intercessione.)
 
-Continua il brano al versetto 23 : << Vi ho lasciati andare con dolore e pianto, ma Dio vi ricondurrà a me con letizia e gioia, per sempre >> ( Significa che Dio ci condurrà verso il trionfo del cuore immacolato di Maria, perché saranno i tempi dello Spirito Santo e della Signora).
 
-Nel versetto 25 sempre dello stesso capitolo troviamo scritto :<< Figli, sopportate con pazienza la collera che da Dio è venuta su di voi. Il tuo nemico ti ha perseguitato, ma vedrai ben presto la sua rovina e gli calpesterai la nuca>>. ( La Signora di tutti i popoli aiuterà i suoi figli che lo vorranno, nella libera volontà di convertirsi a Dio, di sconfiggere il nemico, come da riferimento alla Genesi) .
 
-In Genesi cap.3 vers. 15<<Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno>>.
 
-Continuando al versetto 26 troviamo scritto: <<I miei teneri figli hanno camminato per aspri sentieri, sono stati portati via come gregge rapito dal nemico >> ( Il demonio sta portando l’umanità, quindi i teneri figli delle Signora, verso le luci del mondo, vengono condotti come gregge lontano dal loro pastore ).
 
Dal 2006 il testo originale della preghiera  ha subito una variazione  da parte della Congregazione per la Dottrina della Fede , dopo consultazione con il Vescovo di Amsterdam .
 
Con il consenso di Papa Benedetto XVI, a seguito di direttiva, causa di possibili malintesi, il testo  ha avuto cambiata la clausola originale “che una volta era Maria” con “la Beata Vergine Maria”.  Già era stata cambiata per un certo tempo   una prima volta,   reinserita   sino al 2006, poi messa da parte .
 
Cercheremo di comprendere questa espressione  “che una volta era Maria”, che ha dato luogo, come detto,  a non pochi fraintendimenti tanto da essere cambiata definitivamente. Già in un messaggio del 6 aprile 1952 La Signora così  dice: " Dì ai teologi che non sono contenta del cambiamento della preghiera! «Che la Signora di tutti i Popoli, che una volta era Maria, sia la nostra Avvocata» deve restare così."
 
Dai messaggi   si evince che Maria , inviata dal Signore e Creatore , Madre del Signore Gesù Cristo, vuole essere e deve essere invocata nella preghiera con il titolo di  “Signora di tutti i Popoli”, quale mediatrice corredentrice e avvocata, per la salvezza e la pace del mondo .
 
Partiamo da alcune considerazioni.
 
In un messaggio la Signora dice che tutte le religioni conoscono la madre di Gesù come Maria o Miriam nella sua fase terrena, e il suo operato per grazia va oltre, per progetto di Dio. (  Messaggio 2 Luglio 1951: ..«Che una volta era Maria» significa: molti uomini hanno conosciuto Maria come Maria. Ora però, in questa nuova epoca che sta cominciando, voglio essere la Signora di tutti i Popoli. Questo è comprensibile a tutti..)  
 
Maria, la Madre di Gesù, quando si trovava ai piedi della croce, ricevette il mandato da Suo Figlio , per grazia del Padre, di essere Madre di tutta l'umanità, quando questi disse :- DONNA, ECCO TUO FIGLIO! Poi disse al discepolo che egli amava: ECCO TUA MADRE - (Giovanni capitolo 19, vers. 26-27)
 
Gesù chiama Sua Madre "Donna", così come alle nozze di Cana.
 
Il sostantivo femminile “Donna” comprende anche il termine “Signora”, sinonimo di persona adulta di sesso femminile con raggiunta maturità psicofisica e nel caso specifico della Madonna anche di maturità spirituale visto che è Immacolata concezione.
 
Ad Amsterdam, nella lingua olandese  , la Madonna si presenta   con il titolo “De Vrouwe van alle volkeren" che in italiano si traduce “La Signora di tutti i popoli”, ed il termine Vrouwe come sostantivo olandese indica e si traduce appunto in Signora, Madre, o Donna.
 
Altra indicazione la troviamo nel nome Maria o Miryam con il quale la Chiesa di Roma identifica la Madonna.  Questo nome è di origine ebraico-aramaica e significa Signora, principessa, e conduce sempre ad un appellativo femminile importante ovvero a quello di donna, che non indica un senso di distacco, anzi al contrario risulta essere un elogio, associato alla figura femminile.
 
In altre parole, il termine DONNA indirizzato alla Madre di Gesù è un attributo di elogio, in prospettiva che sarebbe divenuta, una volta Assunta in cielo, sposa del Padre, regina del re, sposa dello Spirito Santo, di conseguenza Madre di tutte le creature del Padre, quindi di ogni Popolo esistente sulla terra, passato, presente, e futuro. Da qui il titolo " Signora di tutti i popoli ".
 
Infatti questo progetto ha inizio ai piedi della croce, alla dipartita del Figlio, dove Maria diventa mediatrice avvocata e corredentrice ancora prima di essere assunta in cielo in corpo ed anima,  per volontà del Signore .
 
 Lei ha sofferto i dolori sia materiali che spirituali del Figlio, e sotto la croce intercede chiedendo perdono come il Figlio per coloro che lo crocifiggono.
 
Per volontà del Padre, fin dal principio Maria era guidata dallo Spirito Santo e dallo Spirito Santo stesso viene totalmente e pienamente irradiata al momento dell’Annunciazione , sotto la croce prima della dipartita del Figlio riceve il mandato di Madre dell’umanità, tutto questo avviene proprio perché è Immacolata per concezione di Dio.
 
Poi nel momento in cui viene assunta in cielo e coronata nella magnificenza gloriosa di Dio acquisisce il titolo dinamico di "Signora di tutti i popoli" quale mediatrice avvocata e corredentrice dell’umanità, quindi il cambiamento avviene sotto la croce, e raggiunge la Sua pienezza dopo l’Assunzione in cielo in corpo ed anima.
 
Maria, sin dalla Sua comparsa terrena, è stata nel Suo ruolo di donna; figlia, madre e moglie, per tutto simile a qualunque altra donna terrena, eccetto che nel peccato, perchè è Immacolata per concezione di Dio da sempre.
 
Ha accudito e cresciuto Gesù, condiviso con il marito Giuseppe la fase terrena nelle gioie e nei dolori, ma sempre irradiata dallo Spirito Santo , che la conduceva alla conoscenza sempre più crescente del progetto del Padre sul Figlio e su di Lei , perché lo Spirito Santo è l’autore di tutto.
 
Pertanto alla fine della Sua vita terrena il Suo corpo immacolato e santo non poteva essere soggetto a corruzione, quindi avere una morte simile a quello dell'uomo. Per questo motivo Maria, vergine e madre, venne Assunta in cielo in anima e corpo accolta nella gloria e nella magnificenza di Dio coronandola Regina del cielo e della terra.
 
Da quel momento Maria non opera più come fase terrena, ma nelle Sua magnificenza regale come madre dell’umanità intercede come mediatrice di grazie, avvocata, e di conseguenza come corredentrice accanto al Figlio redentore.
 
Lei da sempre è nel pensiero di Dio, fin dal principio della creazione del mondo, la sua azione dinamica inizia come corredentrice al momento dell’Annunciazione, mediatrice e avvocata alle nozze di Cana, ai piedi della Croce, nel giorno di Pentecoste dove tenne riuniti gli apostoli, e termina di essere solo Maria dopo l’Assunzione.
 
Questo è il motivo per cui nella preghiera si recita: “che la Signora di tutti i Popoli , che una volta era Maria”.
 
In molti messaggi  la Signora esorta  tutti i popoli a recitare la preghiera, e per diverse volte fa comprendere i benefici che porterà questo  all’uomo ed al mondo, per citarne uno molto significativo ci rifacciamo al messaggio del 31 Maggio 1951 dove la Signora dice:“. Provvedi affinché questa breve preghiera, nella quale si implora fortemente la discesa del vero spirito, dello Spirito Santo, sia divulgata il più presto possibile! Dì al tuo direttore spirituale e a tutti quelli che collaborano alla diffusione, che io prometto a tutti quelli che pregano davanti a quest’immagine e invocano Maria, la Signora di tutti i Popoli, di elargire grazie per l’anima e per il corpo, nella misura che vorrà il Figlio!”:
 
Anche nell’Esperienze Eucaristiche la Signora attraverso l’opera dello Spirito Santo fa udire una voce interiore alla veggente Ida dove dice: " la forza della preghiera darà i suoi effetti".." Lei trionferà". La lotta ancora è in atto ma il cuore Immacolato di Maria come progetto iniziato a Rue du Bac, continuato Fatima ed  portato innanzi ad Amsterdam porterà alla vittoria.
 
Trionferà il "vero" sul falso spirito portando al trionfo della CHIESA di CRISTO, dove la Ss Trinità presente nel miracolo eucaristico, ogni giorno, ogni ora, ogni istante, dona la  vera pace nel vero spirito.
 
La Signora esorta che la preghiera deve essere recitata in comunione  nella vera unità fra i popoli , nel vero Ecumenismo, sotto la grazia dello spirito santo che è l’autore di ogni bene.
  
In conclusione,    meditiamo sulle parole consegnate  dalla Madonna stessa alla veggente Ida Peerdeman durante  alcune  visioni.

_Messaggio 2 Luglio 1951- Ora però, in questa nuova epoca che sta cominciando, voglio essere la Signora di tutti i Popoli. Tutti i popoli devono invocare il vero, il Santo Spirito. Per questo ho dato questa breve e potente preghiera.
 
_Messaggio 31 Dicembre 1951 - Adesso il Padre e il Figlio vuole essere pregato di mandare lo Spirito. Ti ho dettato la semplice preghiera e ti ho mostrato come voglio che sia divulgata in tutto il mondo.
 
_Messaggio 17 Febbraio 1952 - Così la Signora di tutti i Popoli sarà portata nel mondo, da città in città, da nazione a nazione. La semplice preghiera darà luogo ad un’unica comunità.
 
_Messaggio del 6 aprile 1952 - La Signora di tutti i Popoli veglierà sulla comunità. Fa che tutti preghino questa semplice preghiera, e la Signora li aiuterà nella misura voluta dal Padre e dal Figlio
 
_Messaggio 5 Ottobre 1952 - Recitate tutti la preghiera che ho dato! La Signora di tutti i Popoli è inviata in questo tempo particolarmente per rimuovere la decadenza spirituale, la corruzione.

Bibliografia:
- I MESSAGGI della Signora di tutti i Popoli, ed. Fondazione “La Signora di tutti i Popoli”, 2011.
- ESPERIENZE EUCARISTICHE Continuazione de  I Messaggi della Signora di tutti i Popoli,
casa editrice: Miriam- Verlag, 1989




Torna ai contenuti