"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora

Signora di tutti i Popoli

di tutti

i Popoli

di tutti i Popoli

di tutti i Popoli

Vai ai contenuti
canale YouTube scritti
Capitolo 5
L'immagine della Signora di tutti i Popoli

Nelle apparizioni di Amsterdam, la Madonna presentandosi come la “Signora di tutti i Popoli” chiese di  farne dipingere l’immagine, perché fosse diffusa insieme alla preghiera che aveva dettato.
Qui ci  soffermeremo sui messaggi donati dalla Madonna stessa, sul  significato che ha questa immagine e su alcuni particolari che la caratterizzano.
Inoltre tratteremo dell’analogia che esiste tra l'immagine della  Signora di tutti i popoli e la medaglia miracolosa di Rue du Bac, cui  la Signora fece riferimento durante l’ esperienza eucaristica del 31 Maggio del 1969.

Questa immagine venne mostrata per la prima volta  alla veggente  Ida Peerdeman  durante l’ apparizione  del 4 marzo 1951.
Riportiamo  di seguito alcuni dei “dialoghi”  più significativi che ci furono tra la Madonna e la veggente; La Madonna  dice: “Imprimi bene questo nella tua memoria. Mi trovo sul globo terrestre, dove poso saldamente i piedi. Vedi anche distintamente le mie mani, il mio viso, i miei capelli, e il mio velo.
Il resto è come in una nebbia ”.
(La veggente la vede  anche circondata da una foschia.)
“ Guarda bene cosa sporge  dai due lati all'altezza delle mie spalle e sopra il mio capo”.
Con sorpresa  la veggente, avendo notato una croce,  dice alla Signora: “E’ una croce vedo sporgere la traversa e la sommità” .
La Signora sorride e dice : “Ti ho mostrato il mio capo, le mie mani e i miei piedi come quelli di una persona. Bada bene: sono come quelli del Figlio dell'uomo. Il resto è lo Spirito.”
La Signora continua: “Ora ti spiego perché mi presento così sotto questa forma.  Mi trovo come la Signora davanti alla croce. Il capo, le mani e piedi sono come quelli di un essere umano. Il corpo, tuttavia, come di Spirito, perché il Figlio è venuto per volontà del Padre. Ma ora deve scendere lo Spirito nel mondo...Per questo il Figlio manda la Signora di tutti i Popoli, che una volta era Maria.”
Il 1 Aprile 1951 continua a dire alla veggente:   “ Ora ti darò un'altra spiegazione, ascolta bene.  Sforzati di capire il contenuto di questo messaggio!  Mi trovo davanti  alla croce, le mie mani e i piedi sono come quelli di un essere umano. Il mio corpo è come dello Spirito, perché sto così?
Il mio corpo è stato assunto in cielo, come il Figlio.”
E ancora nel messaggio del 31 maggio 1951 la Madonna dice: “Sono qui e vengo per dirti che io, Maria, voglio essere la Signora di tutti i Popoli. Guarda bene.  Mi trovo davanti alla Croce del Redentore. Il mio capo,  le mie mani e i miei piedi sono come quelli di un essere umano, come  del Figlio dell'uomo.  Il corpo è come dello Spirito. Ho posto i miei piedi fermamente sul globo perché in questo tempo il Padre e il Figlio vuole portarmi in questo modo come Corredentrice, Mediatrice e Avvocata….”
..“ Ora sta attenta e riferisci ciò che ti mostro!  Questa è l'ultima indicazione che ti do riguardo all'immagine. Osserva bene. Sono ritta sul globo. Figlia, tu credevi di vedere delle nuvole intorno al globo. Ma guarda bene ciò che ti mostro!”
La veggente vede che le nuvole si trasformano in pecore viventi.
Da sinistra e da destra intorno al globo, come se uscisse dal fondo, appare un gregge. Qua e là vedo delle pecore nere.
Degli agnelli si sdraiano ai piedi del globo.
Le pecore accorrono, alcune pascolano.
La maggior parte volge però la testa verso l'alto,  come se guardassero direttamente verso la Signora e la croce.
Ci sono anche pecore sdraiate, con la testa alzata, che guardano verso la Signora.
E’ una bella scena pacifica.
La Signora  dice alla veggente:  “Figlia, incidi questa raffigurazione nella tua memoria e riferiscila bene!
Questa rappresentazione del gregge indica i popoli di tutto il mondo, che non troveranno pace fino a quando non sosterranno e con calma alzeranno lo sguardo verso la croce centro di questo mondo”.
La Signora  chiede alla veggente di  guardarle le  mani   e riferire ciò che vede.
E’ come se nel centro di ognuna delle sue mani vi fosse una ferita, dalla quale scaturiscono tre raggi che si irradiano sulle pecore.
La Signora sorride e dice: “Sono tre raggi, i raggi di Grazia, Redenzione e Pace.
Per mezzo della grazia del mio Signore e Maestro, per amore dell'umanità, il Padre mandò il suo unico Figlio sulla Terra quale  Redentore.
Ambedue vogliono ora inviare il Santo, il vero Spirito, il solo che può dare la pace. Dunque :Grazia, Redenzione e Pace.
Il Padre e il Figlio vogliono inviare in questo tempo Maria, la Signora di tutti i popoli, quale Corredentrice Mediatrice e Avvocata. Con ciò ti ho dato una spiegazione comprensibile e chiara di questa immagine, che è così completa”.

Descriviamo brevemente  l'immagine.
La Signora come Lei stessa afferma appare ritta tenendo fermamente i suoi piedi sul globo, indossa un abito bianco lungo quasi a coprire i suoi piedi. Dietro di Lei, all'altezza delle spalle, si nota una traversa di legno e  sopra il suo capo appare una sommità lignea,  è  una croce. Attorno alla sommità di questa croce vi è un alone di luce, che avvolge la parte superiore della Signora e la croce stessa. Nell'alone di luce compare la scritta che indica “La Signora di tutti i popoli”, in forma di mezzaluna.
Dalle sue mani, che parrebbero essere piagate, escono tre raggi, che si irradiano sopra delle pecore.  Le pecore sono poste attorno al globo, e rappresentano tutti i popoli esistenti sulla terra.
La Signora attorno alla vita porta una fascia di colore oro, fascia che vedremo essere un riferimento importante, presente nel messaggio del 15 Aprile 1951, che richiama al primo capitolo dell'Apocalisse.

Nei messaggi notiamo alcuni punti che richiedono un ragionamento con l'aiuto della grazia, esattamente dove la Signora dice : “  Io, Maria, voglio essere la Signora di tutti i Popoli. Guarda bene . Mi trovo davanti alla Croce del Redentore. Il mio capo,  le mie mani e i miei piedi sono come quelli di un essere umano, come quelli del Figlio dell'uomo. Il corpo è come dello Spirito.”

“Il corpo è come nello Spirito” significa che la Signora, dopo l'Assunzione, è  irradiata e avvolta totalmente dallo Spirito Santo e in condizione di comunione perenne con il Figlio. Maria ha raggiunto la Sua pienezza regale quando si ricongiunge definitivamente in cielo alla Santissima Trinità. Lei che è la  Sposa dello Spirito Santo perchè è Immacolata Concezione.
Essere sposa significa acquisire per grazia tutti i doni dello Spirito Santo.
In questo tempo il Padre e il Figlio vuole mandare il vero Spirito nel mondo, per questo  manda la Signora come Corredentrice  Mediatrice e Avvocata nel mondo.  
Ambedue vogliono ORA inviare il Santo, il vero Spirito, il solo che può dare la pace. Dunque Grazia, Redenzione e Pace.
Il Padre e il Figlio vogliono inviare in questo tempo Maria.
Da qui si comprende che Maria è dentro lo Spirito Santo. Lei non è la quarta persona divina ma è dentro la Santa Trinità appunto nello Spirito Santo.
Ed in questo tempo, sempre il Padre ed il Figlio vogliono inviare la Signora di tutti i popoli quale Corredentrice Mediatrice e Avvocata, la quale elargirà sulla terra  Grazia, Redenzione e Pace, attraverso i tre raggi che fuoriescono dalle Sue mani.
Il gregge dell'immagine raffigura tutti i popoli della terra, sia di chi riconosce il Creatore sia di chi non lo riconosce.  Ma  siamo tutti sue creature.  Fino a quando non sosteremo con calma, alzando lo sguardo verso la croce, centro di questo mondo, non otterremo la vera pace che discende dallo Spirito Santo.  Gesù per salvare l'uomo è passato attraverso la croce.
La conferma la troviamo nel versetto 26 del capitolo 4 del Profeta Baruc : I miei teneri figli hanno camminato per aspri sentieri, sono stati portati via come gregge rapito dal nemico.
Il riferimento del gregge come si può notare è lo stesso, ed il contenuto del capitolo 4 si riferisce proprio alla condizione umana dedita più al mondo che alle cose di Dio, appunto il gregge che viene rapito dal demonio.
Gregge che Dio vuole radunare e riportare a sé , attraverso l’ azione di Maria,  mandata nel mondo come Signora  di tutti i Popoli, per la salvezza dell’ uomo.
E’ bene ricordare che tutta quanta la parola di Dio è sempre valida  per tutte le epoche ed è sempre nuova per ogni tempo. E che la storia umana ciclicamente si ripete.

Altro elemento essenziale dell'immagine, come abbiamo accennato prima, è la fascia di colore oro che la Signora porta .
Nel messaggio del  15 Aprile 1951 la Signora dice: "Ascolta bene ciò che significa: esso è come la fascia che cinse i fianchi o lombi del Figlio sulla Croce. Io mi trovo in quanto la Donna davanti alla Croce del Figlio".
Questa immagine della Signora di tutti i Popoli,  con la fascia che avvolge i suoi fianchi di colore oro e con l'abito  lungo sino ai piedi, con mirata coincidenza corrisponde alla descrizione dell'apostolo Giovanni nel libro dell'Apocalisse al capitolo 1, esattamente al versetto 12 e 13 nel quale descrive la figura del Figlio dell'uomo, quindi di Gesù, con abito lungo sino ai piedi,  e la fascia d'oro che stringe i fianchi o i lombi.
Dal 1 capitolo dell'Apocalisse di Giovanni al versetto 12 e 13  troviamo scritto: << Mi voltai per vedere la voce che parlava con me, e appena voltato vidi sette candelabri d'oro e, in mezzo ai candelabri, uno simile a un Figlio d'uomo, con un abito lungo fino ai piedi e cinto al petto con una fascia d'oro>>.  
Ed è esattamente quella fascia che descrive la Madonna nel messaggio prima citato.

Altra analogia fondamentale, con mirata coincidenza, la troviamo mettendo a confronto l'immagine della Signora di tutti i popoli ad Amsterdam e  la Medaglia Miracolosa fatta coniare nel 1830 dalla Madonna a suor Caterina Labourè a Rue du Bac .
Nella esperienza eucaristica  del 31 Maggio 1965  la veggente scrive: <<Ero a Parigi, mentre mi comunicavo nella Chiesa della Rue du Bac vidi di nuovo la Luce ed ebbi la netta sensazione che il Signore fosse presente. Ricevetti in me le seguenti parole, pur avendole sentite pronunciare :-Ciò che iniziò qui, verrà portato avanti dalla " Signora di tutti i popoli ".>>
Confrontando l'Immagine della Signora con la Medaglia Miracolosa si nota quanto segue :
La Madonna in entrambe le immagini si mostra in atteggiamento di accoglienza, i piedi poggiano  sul globo terrestre, dalle mani fuoriescono raggi, che sia nell'una che nell’ altra apparizione e rappresentano le Grazie che passano attraverso le mani di Maria “Mediatrice”.
Nella preghiera La Signora  si definisce " Avvocata " : ... che la Signora di tutti i Popoli, che una volta era Maria, sia la Nostra Avvocata.
Nella Medaglia appare la preghiera " O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a voi ", da  cui si evince l'anticipo del terzo dogma dell' Immacolata Concezione (l'apparizione risale al 1830 mentre il dogma viene promulgato nel 1854 ) e  dell’ attributo della Madonna quale " Avvocata " : .... Prega per noi che ricorriamo a voi .
Ai lati della Medaglia, si notano dodici stelle, che nella stessa corrispondono ai dodici Apostoli e alle dodici tribù cosi come nell' Apocalisse, ma viene evidenziato anche la regalità della Madonna incoronata  Regina del cielo e della terra, sempre in forma ufficiosa, ufficialmente il dogma, come verità certa, è successivo.
Fra l'altro le dodici stelle che suor Caterina Labourè nella visione vede, verranno rappresentate come l'uomo è abituato, per convenzione, a rappresentarle,  a cinque punte. Nell'immagine della Signora non si vedono più le stelle,  ma si nota un alone di Luce che avvolge la croce e La Signora stessa.
Questa Luce rappresenta lo splendore della gloria di Dio, quella Corona o Diadema di luce  che non è fatta nè d'oro nè di diamante,  rappresenta l'Onnipotenza  concessa per grazia di Dio alla Signora. Questa Luce viene disegnata dal dito della mano di Dio e non dall’ uomo, come le stelle. Le stelle del cielo sono state create da Dio e sono di luce differenti l'una d'altra ed hanno luce propria, solo Dio ha potere assoluto su di esse.
Altro elemento importante che si nota nella Medaglia è il serpente  interposto tra i piedi della Madonna e il globo. Mentre nell'immagine della Signora non c'è. La differenza consiste  nel fatto che, dove è presente il serpente, il male sta operando, e per questo la Medaglia è stata coniata, come protezione contro il demonio come disse la Madonna nell'apparizione.
Mentre nell'immagine della Signora di tutti i popoli attraverso la Sua intercessione come Meditrice Avvocata e Corredentrice, quindi con la proclamazione del 5° dogma mariano, il mondo verrà liberato dal male, ed avverrà così il Trionfo del Suo Cuore Immacolato, (esperienza eucaristica  del 15 Agosto 1967).
Nel retro della Medaglia vediamo la croce sormontata dalla " M ", la base della croce rappresenta il sacrificio dell'altare, essendo  la Madonna  sempre presente al sacrificio del Figlio. Sotto sono evidenziati i due Sacri Cuori di Gesù e Maria l'uno coronato di spine l'altro trafitto dalla spada. Questa  rappresenta la " Corredenzione " della Madonna. La Madre e il Figlio  condividono lo stesso dolore, uno causato dal peccato degli uomini, redenti attraverso  la croce, l'altro subito per la passione del Figlio crocifisso.
Gesù, Immacolato e puro, e Maria, Immacolata e pura per Concezione di Dio, sono costantemente  in comunione spirituale per opera dello Spirito Santo e nulla di contaminato può entrare in Essi, e sono inseparabili e perennemente in grazia di Dio. A differenza degli uomini che sono soggetti al peccato e se anche la grazia di Dio è presente in essi, non possono mai avere un grado simile a quello di Gesù e Maria, proprio perché Immacolati per progetto di Dio.

Nell'immagine la Signora è posta davanti alla croce, esattamente come quando si trovò ai piedi della stessa sul Golgota. Qui è proclamata da Dio attraverso il Figlio Madre dell'umanità, e quindi corredentrice del genere umano perché in unione spirituale perenne,  ed irradiata dalla gloria del Figlio, come si legge nel messaggio del 4 Marzo 1951. Le mani della Signora sono piagate come quelle del Figlio, e da esse fuoriescono tre raggi che sono Grazia che vengono dal Padre, Redenzione che viene dal Figlio, la Pace dallo Spirito Santo.
Quindi La Signora diviene  Corredentrice per onnipotenza di Dio, e Regina della Pace perchè opera nello Spirito Santo.

Per ultimo  soffermiamoci a meditare su quanto la Signora raccomanda alla veggente nel messaggio dell’ 8 Dicembre 1952 ( festività della Immacolata Concezione).
 La Signora dice   : “Ho detto che questa immagine deve precedere . Questa immagine deve essere diffusa in tutto il mondo . Essa è  il significato e la raffigurazione del nuovo dogma. Perciò io stessa ho dato quest'immagine ai popoli.”


Bibliografia:
I MESSAGGI della Signora di tutti i Popoli, ed. Fondazione “La Signora di tutti i Popoli”, 2011.
ESPERIENZE EUCARISTICHE Continuazione de  I Messaggi della Signora di tutti i Popoli,
casa editrice: MIRIAM- VERLAG, 1989.

 
    

Torna ai contenuti