"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti
Appparizioni della Signora alla veggente dal 1945 al 1959
 
Le visioni dal 1945 al 1959

Dodicesima visione - 30 agosto 1947


Sento quella voce e guardo. Un sentimento di oppressione mi assale. Sento dire: "Vi è una grande oppressione" e vedo distintamente l'Italia davanti a me. È come se una tempesta molto violenta si riversi sopra di essa. Devo ascoltare e sento: "Esilio". Vado al disopra dell'Italia ed è come se io debba assestare colpi. Poi sento: "Là, è come un succedersi di un colpo dopo l'altro". Intanto vedo molto distintamente il Nord dell'Italia e la punta meridionale più estrema, e nel territorio compreso fra questi due estremi pare regnare un silenzio di morte. Poi vedo sorgere una grande cupola e sopra quella chiesa o cupola si mette a piovere, con pesanti gocce. Non è una pioggia ordinaria, sono gocce di sangue. Da lontano vedo una croce innalzata nella luce e sento: "Questa sarà una grande lotta politica cristiana. Politica ecclesiastica!".

 
Poi vedo una grande sala nel Vaticano e il Papa si trova seduto là. Sembra che accada qualcosa di straordinario nel Vaticano. Vi si tengono più volte sessioni segrete. Si radunano in segreto. Mi sembra che ci venga anche un delegato dell'America.
 
Il Papa ha davanti a sé un gran numero di documenti. Il Papa viene informato di tutto. È perfettamente al corrente di ciò che accade. Viene detto che c'è la pace, ma in realtà non è così; è tutta una finzione per il mondo. Poi devo passare due volte una mano sull'altra e sento: "Questo accadrà due volte". E vedo una sorta di periodo.



 
Torna ai contenuti