"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti
canale YouTube scritti
Dai Messaggi della Signora di tutti i Popolì
Le Apparizioni della Madonna a Ida Peerdeman


Introduzione generale  sulle tematiche e riflessioni  dai messaggi che la Madonna ha donato a tutta l'umanità ad Amsterdam, presentandosi come” la Signora di tutti i popoli - De Vrouwe Van Alle Volkeren” nell’ idioma locale.
Prerogativa essenziale, formulata  dalla “ Signora” (espressa   nei messaggi  del 31 maggio 1956  e del 31 maggio 1957)  è  :"I MIEI SEGNI SONO NELLE MIE PAROLE"  .

Ufficialmente riconosciute dalla Chiesa di Roma, le apparizioni della Madonna ad Amsterdam alla veggente Ida Peerdeman si articolano in tre momenti.
Il primo corrisponde a quando Ida aveva 12 anni,  a partire dal 13 Ottobre del 1917.
Il secondo furono le cosiddette visioni e messaggi, che vanno dal 25 Marzo  1945  fino al 31 Maggio 1959.    
Infine il terzo momento racchiude  le” Esperienze eucaristiche " cosìddette perché  ricevute proprio durante la Santa Messa,  dal 1958 al 25 Marzo 1984.

Come accennato,  Ida ebbe la prima visione il 13 Ottobre 1917, data che coincide con il giorno dell'ultima apparizione della Madonna a Fatima ai tre pastorelli, dove avvenne  il miracolo del sole.
Quel giorno le apparve una "bianca Signora", che Ida identificò con la Vergine Maria.
E questo si ripetè anche nei  due sabati seguenti.
Maria  riapparve ad Ida  già quarantenne a partire dal 25 Marzo 1945 ( festa dell'Annunciazione), e nel messaggio del 10 Dicembre 1950 (esattamente dopo 33 anni dalla prima apparizione del 1917)   la Madonna le disse : -" Per questo sono venuta da te già prima, quando ancora non lo capivi. Allora non era necessario. E' stata una prova per adesso" -.
Per i 14 anni successivi,  per ben 56 volte, sino al 31 Maggio 1959,   la Vergine apparve a Ida .
Maria si presento' come "La Signora di tutti i Popoli" e Ida  riconobbe la " bianca Signora".

Dal 1958 fino al 25 Marzo 1984, durante le Sante messe, Ida ebbe le cosiddette " ESPERIENZE EUCARISTICHE".
Questa apparizione di Amsterdam va collegata all'apparizione di Akita in Giappone, dove Maria apparve a suor Agnese, la prima volta il 6 luglio 1973.
La statua raffigurante Maria realizzata in legno, riproduce l'immagine della Signora di tutti i Popoli di Amsterdam.
L'apparizione di Akita, anch'essa riconosciuta dalla Chiesa di Roma, contribuisce a dare maggiore credibilità alle apparizioni di Amsterdam, andando a confermare ciò che era già stato profetizzato e  realizzato nelle apparizioni di Amsterdam.   


I PARTE (Visione della Chiesa e del mondo nella seconda metà del XX sec.)


...La Madonna apparve emergere da un mare di luce e un vuoto profondo.
Indossava un lungo abito bianco con una cintura: Una figura femminile.
Era in piedi con le braccia aperta, i palmi della mani rivolti verso di me...
Così la Santa Vergine si mostra a Ida  durante la prima visione del 25 Marzo 1945.
La  Santa Vergine comincia a parlare e alla domanda della veggente: “Lei è Maria?”, Lei risponde: ”Mi chiameranno Signora, Madre”.
Già subito la Signora si presenta con la coroncina del rosario e ci invita alla preghiera.
E ci consegna la prima profezia ovvero preannuncia il ritorno dei soldati a casa, con la fine della seconda guerra mondiale.
Raccomanda che la pace va preservata , è dono di Dio e va custodita .
Ma per fare questo bisogna “rientrare nella vita con Cristo”.
Ci mostra la crisi della Chiesa di Roma, con la presenza di tante chiese diverse .
Chiaramente la Signora dice: “Deve diventare un’unica e grande comunità”.
C’è un chiaro invito all' "Unità Ecumenica” , sotto l’unica croce di Cristo.
Mostra i tre Papi ,  che sono Pio X, Pio XII e Paolo VI , e gli ultimi due li indica essere “i combattenti”.
Richiama a cambiare molte cose nella formazione degli ecclesiastici , sotto l’azione dello Spirito buono.
Tante correnti dentro la Chiesa allontanano dallo Spirito buono, creando molte dispute.
Questo richiamo verrà fatto ancora nei messaggi che seguiranno.
La Signora ci indica pure le encicliche di quel tempo  come “la buona via”, "ma in realtà  specifica che non sono messe in pratica”.
La Signora fa la prima promessa all’umanità (nel messaggio del 7 ottobre 1945 , data che corrisponde alla festa di N.S. del Rosario):   “Metto il mio piede nel mondo. Li aiuterò e li condurrò alla meta, ma devono ascoltare…”
La Signora ci mostra la decadenza dell' umanità, priva di amore verso il prossimo.
Esorta alla VERITÀ di  Dio. L'umanità è come se respingesse la croce, che invece deve "essere accolta e posta nel centro del mondo ".
In molti messaggi la Signora esorta l'umanità alla RETTITUDINE, alla VERITA’, alla GIUSTIZIA,  alla FEDE, all'AMORE.
"E' la lotta spirituale che si espande nel mondo".
Ci mostra la croce spezzata, e ribadisce : - "Senza giustizia , verità, e amore non può esserci vera pace. Occorre pregare e sopratutto, lavorare per il bene, quindi "LAVORARE E VIGILARE"
Ci fa comprendere come nel mondo, in conseguenza di tutto questo, grandi catastrofi porteranno all'autodistruzione.
La Signora nei messaggi ci richiama continuamente a riportare la croce di Cristo al centro di tutto e di nuovo :" La mancanza di amore verso il prossimo, il venir meno al primo e più grande comandamento dato e vissuto da Cristo. Senza amore l'umanità andrà sempre di più  verso la corruzione, le calamità,  e la guerra, quindi l'autodistruzione.”
Continuamente richiama l'umanità,  per sette volte nei vari messaggi, al primo e più importante comandamento: l'Amore, l'amore verso il prossimo, nella grazia di Dio. Solo così il mondo può tendere all'unità, nella pace del vero Spirito.
La Signora guarda alla gioventù, ai giovani, per contrastare il falso spirito del mondo, proteso verso invenzioni infernali che diffonderà sempre meno interesse verso il Creatore.
Indica alla Chiesa di adoperarsi con mezzi moderni e più adatti al tempo


II PARTE  ( La Signora e i suoi segni)


 Il primo novembre 1950   Papa Pio XII  aveva proclamato il dogma  della " Assunzione di Maria  Santissima al cielo in corpo e anima".
 Dopo questo evento,  le visioni e i messaggi della Signora  a Ida    assumeranno una forma differente .
Nel messaggio del 16 novembre 1950 la Madonna, per la prima volta, dice che  desidera essere chiamata con il titolo di “Signora di tutti i Popoli”.
L'undici  febbraio 1951 ,festa di Nostra Signora di Lourdes, la Madonna conferma:  "Sono la Signora, Maria , Madre di tutti i Popoli. Puoi dire: la  Signora di tutti i Popoli o la Madre di tutti i Popoli, che una volta era Maria.  Gli uomini di tutti i paesi devono essere uniti."
Preannuncia il Concilio Vaticano II , che sarà indetto nel 1962 da Papa  Giovanni XXIII e dice :" La dottrina è buona ma le leggi possono e devono essere cambiate..." .
La Signora detta una preghiera, avvisando che nulla deve essere cambiato nel testo:
"Signore Gesù Cristo, Figlio del Padre, manda ora il tuo Spirito sulla terra,  fa abitare lo Spirito  Santo nei cuori di tutti i Popoli, affinché siano preservati dalla corruzione dalle calamita e dalla guerra che la Signora di tutti i Popoli, che una volta era Maria sia la nostra avvocata. Amen"
Nei messaggi successivi  la Signora da l'immagine con la quale  vuole essere portata a tutti i Popoli, insieme con la preghiera che ha dettato. Diffusione che deve avvenire in molte lingue.
Mette in guardia la Chiesa  di Roma dal pericolo del falso spirito e dei falsi profeti.
La Signora dice a Ida:  "Sono qui e voglio essere la Signora di tutti i Popoli, non di un popolo particolare, ma di tutti."
La preghiera e l'immagine precederanno la  proclamazione dell'ultimo e più importante dogma della storia mariana.  Questo dogma proclamerà la Madonna, Maria, con il titolo di Signora di tutti i Popoli, quale Mediatrice Avvocata e Corredentrice. Attraverso la  proclamazione di questo dogma, la Signora promette al mondo la pace nel vero Spirito.
Nei messaggi dati tra il '51 è il '54,  la Signora spiega la preghiera l'immagine e il dogma.
Il 31 maggio del  '54 la Madonna preannuncia a Ida la sua incoronazione ufficiale.
Così dice a Ida:  " Figlia, ti ho mostrato qual è la volontà del Signore Gesù Cristo. Questo giorno sarà il giorno  dell'incoronazione di sua Madre, la Signora di tutti i Popoli,  che una volta era Maria."...
"Allorché sarà proclamato il dogma la mia predizione << D'ora innanzi tutti i Popoli mi chiameranno Beata >> si adempirà ancora più di prima.
La signora si rivolge   ai popoli di tutto il mondo, esortandoli a inginocchiarsi davanti al Signore e Creatore di tutti, verso cui essere riconoscenti... . "
"Implorate la sua misericordia.. Che il Padre e il Figlio vi porti la   Signora    di tutti i Popoli"...
"Chiunque o   qualunque voi siate io posso essere per voi la   Madre, la Signora di tutti i Popoli."
La Signora guarda in lontananza come se cercasse gli uomini; uomini che appartengono alla nostra Chiesa, uomini che non appartengono alla nostra Chiesa, e addirittura uomini che non appartengono a nessuna Chiesa.
Dice :" Popoli provvedete affinché quelli che sono bisognosi, e con ciò intendo anche bisognosi spiritualmente, siano portati alla Signora."
Il 31 maggio del '55, la Signora ricorda che  satana ancora non è stato sconfitto,  non è  stato scacciato, ma Lei con il titolo di Signora di tutti i Popoli quale Avvocata  Mediatrice e  Corredentrice, può venire a scacciare il falso spirito e i falsi profeti. "Ella viene per annunciare lo Spirito Santo...  Voi  dovete però recitare la mia preghiera, che ho dato  al mondo!... Come è stato predetto  Ella vincerà satana. Calpesterà la testa di satana...""Dio  la esaudirà" "Lo   Spirito Santo verrà solo allorché lo invocherete".
"Popoli confidate in vostra Madre, che non ha mai abbandonato i suoi figli." La Signora  continua con calma....
"  Quando il dogma sarà proclamato, la Signora  di tutti i Popoli darà la sua benedizione.  La Signora di tutti i Popoli darà allora la pace. ". ...
"Popoli, la vera pace è il regno di Dio.  Regno di Dio che si realizza attingendo alla santa eucarestia- il miracolo quotidiano donatoci dal Signore Gesù Cristo-.
La Signora pone attenzione all'importanza dell'Unità del popolo di Dio riunito nella mensa eucaristica  quotidiana e che in comunione fraterna si unisce al sacrificio di Cristo Redentore.
.. "Popoli siate una comunità ".
Tutto questo avviene per opera dello Spirito Santo.   La Signora lo dice a Ida, nel messaggio del 31 maggio '57 : "  È il paraclito che  opera tutto"..
"Egli è il sale , Egli è l'acqua , Egli è la luce,  Egli è la potenza di cui la Signora è irradiata.  procede dal Padre e dal Figlio.
Con la sua potenza ha irradiato la Signora di tutti i Popoli, che può così elargirvi la grazia."..
Nell'ultimo messaggio del 31 maggio '59 la Signora mostra alla veggente la visione della sua incoronazione nella magnificenza celestiale .
Si conclude così questo ciclo di apparizioni, durato ben 14 anni.
Ma  continueranno durante la partecipazione alla  Santa Messa,  nelle cosiddette esperienze eucaristiche, fino al 1984,  trattate a seguire.


Bibliografia:
- I MESSAGGI della Signora di tutti i Popoli, ed. Fondazione “La Signora di tutti i Popoli”, 2011.
- ESPERIENZE EUCARISTICHE Continuazione de  I Messaggi della Signora di tutti i Popoli,
casa editrice: Miriam- Verlag, 1989

 
Torna ai contenuti