"Signora di tutti i Popoli"

Amsterdam 25 marzo 1945
Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli

Signora di tutti i Popoli
Vai ai contenuti



31 DI MAGGIO FESTIVITA' SCELTA DALLA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI

La Signora nel messaggio del 31 Maggio 1954 dice: " Ho scelto questo giorno: sarà il giorno in cui la Signora sarà incoronata ...
 ...Questo è il giorno nel quale la Corredentrice, Mediatrice e Avvocata riceverà  ufficialmente il titolo di Signora di tutti i Popoli".
Quando il 5° dogma verrà proclamato,  questo sarà il giorno in cui la Chiesa di Roma celebrerà la festività della Signora di tutti i Popoli.
  Secondo l' attuale calendario liturgico, il 31 maggio coincide con la festa della  "Visitazione della Vergine Maria" .  Ed è proprio in questo evento  che si  può comprendere perchè la Signora  sceglie questo giorno.  ( Da precisare  che quando la Signora dona questo messaggio nel '54 ,  la Chiesa  commemorava questa festa della    " Visitazione della Beata Vergine Maria" ,  tradizionalmente il 2 luglio  . È  con Papa  Paolo VI, nel  1969 , che questa  festa venne spostata   al 31 maggio, secondo le riforme apportate).
  

Dai Vangeli sappiamo  che  << Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo>> .
  Maria viene mandata da Dio nella casa di Elisabetta proprio perchè operatrice nello Spirito Santo.

Ella, in comunione di Spirito con il Padre,  che la guida,  porta a compimento il progetto di Dio su Elisabetta, e sul figlio Giovanni,   il precursore di Gesù, battezzandolo con lo Spirito Santo per intercessione di Maria. Elisabetta inondata dallo Spirito Santo si trovò in comunione spirituale con Maria tanto da far scaturire un dialogo profondo come descrivono i Vangeli, guidato dallo stesso, certamente non da natura umana.

È bene ricordare che Elisabetta aveva tenuta nascosta la sua gravidanza, e non era a conoscenza della gravidanza di Maria prima che questi  l'andasse a trovare. Maria seppe  della gravidanza di Elisabetta dall' Arcangelo Gabriele durante l'Annunciazione, e subito dopo partì per la montagna, come dice il Vangelo,  per andare dalla cugina.

Quest'ultima ha compreso la grazia di cui era inondata Maria, quando le sussultò il bambino nel grembo e le  venne rivelato, per opera dello Spirito Santo ,che Maria portava nel grembo il Figlio di Dio. In altre parole, La Signora, Madre di Dio, Sposa dello Spirito Santo, Immacolata per concezione di Dio, era ed è in comunione spirituale eterna con il Padre ed il Figlio.

Maria è nello Spirito Santo, è l' amore  che lega il Padre e il Figlio. Maria nelle sue apparizione dice : - "Lo Spirito Santo è vicino alla terra, sappiate che lo Spirito Santo è piu' vicino che mai" - messaggio del 31 Maggio 1955.

Dal  libro  del  SIRACIDE  cap. 24 versetto 18    

<<  Io sono la madre del bell'amore e del timore, della conoscenza e della santa speranza; eterna, sono donata a tutti i miei figli, a coloro che sono scelti da lui >>
La Signora porta a Dio, all'amore, alla conoscenza, alla speranza della salvezza, al Santo timore verso il Padre, tutto attraverso lo Spirito Santo,  lì Maria opera per i suoi figli. Sin dal principio, per concezione di Dio è stata donata a tutti gli uomini, come Madre e Signora dei Popoli, quale Avvocata, Mediatrice, Corredentrice. Nelle apparizioni delle Tre Fontane,  il 12 aprile 1947 a Roma, la Vergine Maria  conferma al veggente Bruno Cornacchiola: "Io sono dentro lo Spirito Santo - .Chiamatemi Madre. Si chiamatemi Madre perché io sono Madre.  - Sono Colei che sono nella Trinità divina. Sono la Vergine della Rivelazione- ".
Alfonso Mezzatesta





Torna ai contenuti